Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:00 a 17:00

Inclusione digitale e open government [ rer.02 ]

La Regione Emilia Romagna partecipa a SCE 2012 insieme a Lepida SpA e ASTER presentando i progetti che la rendono un punto di riferimento per i percorsi di governance dell'innovazione e interlocutore privilegiato del network internazionale delle città intelligenti. Nella sala laboratorio integrata allo stand, lunedì 29 pomeriggio si parlerà di:

I protagonisti della lotta al knowledge divide: PA e associazioni si incontrano e confrontano

Open Data e Open Goverment: Keynote di Alberto Cottica e di Lena-Sophie Muller

Programma dei lavori

14.00 - 15.00

La diffusione delle competenze digitali: esperienze e opportunità per cittadini della città inclusiva

Il laboratorio intende condividere con il territorio le esperienze in atto nell’ambito dell’e-inclusion, le opportunità e le modalità per attivare delle strategie locali per promuovere l’alfabetizzazione digitale dei cittadini e per favorire un uso sempre più “intelligente” delle tecnologie.

Nel corso dell’incontro verranno proposte alcune ipotesi di lavoro sui seguenti temi: il ruolo delle biblioteche nella diffusione delle competenze digitali, le attività del facilitatore digitale e la scuola come luogo dello scambio intergenerazionale.

Introduzione

Betta
Agostina Betta Responsabile del progetto SELF - Regione Emilia-Romagna Biografia

Agostina Betta Dirigente Emilia-Romagna. Incarico "coordinamento delle attività di promozione e formazione per l'eGovernment". Sono responsabile del progetto Pane e Internet per l'alfabetizzazione digitale dei cittadini nell'ambito delle attività per l'e-inclusion e del sistema Self di elearning per gli enti pubblici della regione.

Chiudi

Berra
Mariella Berra Professore di Sociologia delle reti telematiche e di Telematica pubblica - Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Torino Biografia

Professore di Sociologia delle reti telematiche e di Telematica pubblica nella Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Torino. E' stata visiting professor presso la UAM (Universitad Autnoma Metropolitana) di Atzcapozalco e dell'UNAM (Universitad Nacional Automa) di Città del Messico e Visiting Fellow presso la Graduate School of Public Policy della Università, di California a Berkeley, il Department of Political Science della Yale University, e il Graduate Center Department of Sociology, City University of New York. Attualmente collabora con il CREIS (Centre Recherche et Enseignement Informatique), con il Somece (Sociedad Mexicana de Computacion en la Educacion), e coordina il progetto "Regional ICT infrastructures and developmente of High Intensity Knowledge Activities and Services". Ha partecipato a numerosi convegni come relatrice invitata in Italia e all'estero ed é autrice di circa 100 pubblicazioni. Sui temi del rapporto fra tecnologia e società si menzionano, Sociologas de las redes telematicas 2 IPN (Instituto Poltecnico Nacional), Città; del Messico 2011, Sociologia delle reti Telematiche, Laterza 2007 e, Libertà di software hardware conoscenza, con A.R.Meo. Bollati e Boringhieri 2006

Chiudi

Intervengono

Kluzer
Stefano Kluzer ERVET
Akafack
Faustin Akafack Presidente - Felsimedia
Finali
Giovanni Finali Rete Net Garage e Comune di Modena
Martinelli
Walter Martinelli Rete Net Garage e Comune di Modena
D'Alfonso
Liana D'Alfonso Soprintendenza Beni Librari dell'IBC
Garofalo
Mariangela Garofalo Comune di Anzola dell'Emilia
Guermandi
Grazia Guermandi Project manager formazione facilitatori digitali - Regione Emilia-Romagna

15.00 - 16.00

Democratizzare la società dei dati

In un mondo sempre più connesso, le "scie digitali" che ciascuno di noi lascia vengono aggregate a formare basi dati molto grandi e molto granulari. La presenza di queste basi dati è un'opportunità, ma presenta anche rischi. In particolare, i soggetti che le costruiscono e gestiscono sono quasi sempre grandi imprese private, non soggette a vincoli di accountability democratica. Alcuni temono abusi, sul versante privacy e su altri. Se l'ascesa della società dei dati non si può contrastare, si può provare a rinforzare le istituzioni democratiche investendo sulla loro data literacy. Il seminario ci consentirà di comprendere meglio tutti questi aspetti.

Cottica
Alberto Cottica Economista, esperto di reti sociali Biografia

Attualmente è Consigliere per Online Citizen Engagement presso il Consiglio d'Europa.
Esperto di politiche pubbliche collaborative e online, in particolare sulla gestione dei processi di progettazione basati sulle ICT in collaborazione con i cittadini. Ha maturato un'esperienza diretta nel lancio, mantenimento e cura di comunità di cittadini che lavorano insieme alle autorità di governo verso obiettivi di natura pubblica.. Leader nell’adozione di processi innovativi e, soprattutto, promuove la strada all’apertura e alla trasparenza delle politiche pubbliche. Promotore, con successo, della teoria che il cambiamento è possibile e non dobbiamo temerlo.
Vanta esperienza di governance a livello europeo, nazionale, regionale e locale. Ricercatore universitario in economia della complessità, come motore di sviluppo delle politiche, specializzate nell’analisi delle reti sociali. Gran conoscitore del settore pubblico, delle industrie creative e del quadro dell’innovazione sociale.
Eccellente comunicatore: autore di un libro sul governo wiki, ha pubblicato diversi articoli e curatore di un blog; viene regolarmente invitato in qualità di relatore presso eventi e conferenze internazionali del settore.

Chiudi

16.00 - 17.00

Esperienze di open data e open gov nella prospettiva del Fraunhofer Institute for Open Communication Systems" di Berlino

Technological innovation leads to the fact that working methods and expectations of society are changing. These changes are also relevant for the political administrative system - and they are observable. Studies show that many practices of governments and administrations are perceived by their recipients as not transparent enough. In the context of governments and administrations, this demand for openness is being discussed under the heading of open government. Linked to this are a variety of aspects such as transparency through open data, participation realized by the use of modern ICT and collaboration through co-production. The keynote focuses on the aspect of open data as one element to create transparency. It gives an introduction on the role of open data in a smart city and describes the open data process and open data platforms, using Berlin as an example. It describes current open data developments in Germany and informs about the status of the currently developed German Open Government Platform.

Müller
Lena-Sophie Müller Fraunhofer Institut für Offene Kommunikationssysteme (FOKUS) / Zentrum für Interoperabilität Kompetenzzentrum eGovernment und Applikationen (ELAN) Biografia

Lena-Sophie Müller, laureata in scienze politiche, dal 2008 lavora presso il Centro di Competenza per il Governo Elettronico e le Applicazioni del Fraunhofer Institute for Open Communication System (FOKUS) di Berlino, una delle principali organizzazioni europee nella ricerca applicata, riguardanti tematiche come open government e Smart Cities.
Dal 2010 é a capo del Centro per l'Interoperabilità ed é coinvolta in numerosi progetti sull'Egovernment sia con industrie che con l'amministrazione pubblica.
 

Degree in political science, studied political science at Potsdam and Sydney (Australia).
Since 2008, scientist at the Fraunhofer Institute for Open Communication System (FOKUS) in Berlin at the Competence Center Electronic Government and Applications.
Numerous e-government projects with industry and public administration.
Since 2010, also head of the Center for Interoperability at the Fraunhofer Institute FOKUS.

Chiudi

Torna alla home