Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:30 a 18:00

L'infrastruttura abilitante per la città intelligente: connettività, piattaforme di integrazione, sensori e device / The enabling infrastructure in a smart city: connectivity, integrated platforms, sensors and devices [ pl.02 ]

Per questo evento è disponibile la traduzione Italiano/Inglese/Italiano - Italian/English/Italian translation is available for this event.

Il convegno è introdotto dal Keynote di Pablo Sanchez Chillon

La smart city è riconoscibile perché raccoglie, analizza ed estrae valore dalle informazioni e si dota di strumenti avanzati per processare grandi quantità di dati.
Ma le smart city sono tali anche perché gli uomini e le donne che le popolano e le governano sono oggi in grado di accedere in modo diffuso a tecnologie che prima non c'erano.
La piattaforma abilitante per la smart city é composta di strati molteplici strettamente correlati fra di loro: la connettività, i diversi device e sensori che si possono collegare, lo strato del software per l'integrazione, il monitoraggio e la gestione complessiva della città, le applicazioni verticali che abilitano i servizi. Il cloud computing rappresenta una risorsa indispensabile in questo scenario, insieme alla capacità degli stakeholder di individuare gli indispensabili livelli di standardizzazione per rendere interoperabili i sistemi.
La sessione plenaria affronta i diversi aspetti legati alla definizione della piattaforma tecnologica abilitante - sicurezza, connettività, integrazione, cloud computing - coinvolgendo nel dibattito sindaci, amministratori, imprese ed esperti di tecnologie.

Introductive keynote Pablo Sanchez Chillon
A smart city collects, analyzes and extracts value from different information and its technology may process a large amount of data. But  smart city are also such way because people who live and govern them may use new, widly spread, technologies.
The smart city enabling platform is based on  interactive level of issues: connectivity, device and sensors, integrated software, city management, services. In this scenario cloud computing is a key resource, through which stakeholders make interoperable systems.
The plenary session explores the different aspects of the definition of the technological enabling platform - security, connectivity, integration, cloud computing - involving in the debate mayors, administrators, business and technology administrators, business and technology experts.

Programma dei lavori

Introduce e Modera

Le tecnologie vincenti per le smart communities italiane: le sperimentazioni, la necessità di standard condivisi, le prospettive della ricerca

Falciasecca
Gabriele Falciasecca Presidente della - Fondazione Guglielmo Marconi Biografia

Gabriele Falciasecca ha conseguito la Laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Bologna, dove dal 1980 è professore di ruolo di elettromagnetismo.  La sua attività didattica si è svolta in un vasto arco di discipline dell’area delle telecomunicazioni. I suoi campi principali di ricerca sono l’elettromagnetismo applicato,  i sistemi radio (radiomobile, televisione, wireless ecc.), le tecniche di rilevamento e di radiolocalizzazione. È autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche. Ha scritto libri sugli aspetti storici delle telecomunicazioni e divulgativi. Ha svolto consulenze di ricerca per le maggiori aziende del settore delle telecomunicazioni e la FUB ed è stato membro del Consiglio Superiore delle Telecomunicazioni. E’ stato  Direttore del DEIS, membro del Senato Accademico  e Coordinatore del Collegio dei Direttori di Dipartimento dell’ ALMA MATER Studiorum Università di Bologna.  Dal 2007 al 2013  è stato Presidente di Lepida, dopo aver ricoperto precedentemente  identico ruolo presso l’Aster. Dal 1997 è Presidente della Fondazione Guglielmo Marconi.  

Chiudi

La voce dei partner per lo sviluppo della piattaforma abilitante le smart city

Fiori
Lorenzo Fiori Senior Vice President Strategy - Finmeccanica Corporate Biografia

Laureato in Ingegneria Meccanica ed Elettronica al Politecnico di Milano, comincia la sua carriera nell'Aerospazio e Difesa nel 1986 in FIAR S.p.A, una società del Gruppo Ericsson, acquisita all'inizio degli anni '90 da Galileo Avionica (oggi SELEX Galileo). Dal 1996 al 2007 ricopre diversi incarichi di crescente responsabilità nel settore della radaristica ed elettro-ottica che vanno dalla Progettazione e Sviluppo, al Controllo Qualità, al Marketing & Sales e al Program Management ed é nominato Direttore di Programma nell'ambito del consorzio Eurofirst, selezionato per lo sviluppo e la produzione del PIRATE (Infra-red Search and Track Sensor) per l'Eurofighter. Nel 2005 é nominato Direttore Sviluppo Strategie e Programmazione di Galileo Avionica. Nel 2007 entra in Finmeccanica Corporate come Vice President per lo Sviluppo delle Strategie di Gruppo e Segretario del Comitato Strategico del Board di Finmeccanica. Nel 2010 é nominato Senior Vice President Chief Technology Officer di Finmeccanica Corporate e da giugno 2012 ricopre il ruolo di Senior Vice President Strategie di Finmeccanica Corporate.

 

Chiudi

Zanella
Luigi Zanella Direttore Consulting e Business Development Divisione PA - Dedagroup ICT Network Biografia

Laureato in Scienze Statistiche ed Economiche presso l’Università di Bologna, Luigi Zanella ha iniziato ad occuparsi di sistemi informativi geografici nel 1989. Vanta oltre 20 anni di esperienza sui principali temi legati alla gestione del territorio nell’ambito della Pubblica Amministrazione Locale e delle aziende multiutilities. È Business Innovation & Development Manager di Dedagroup Public Services, l’azienda del gruppo Dedagroup che affianca Enti centrali e locali e aziende di pubblica utilità nella digitalizzazione dei loro servizi.

Chiudi

Iantorno
Carlo Iantorno National Technology Officer - Microsoft Biografia

Carlo Iantorno é National Technology Officer di Microsoft Italia. In questo ruolo ricopre anche il ruolo di coordinatore della attività relazionali per la promozione dell'innovazione.

Entrato in Microsoft nel 1997, dapprima con il ruolo di responsabile per le Relazioni Tecnologiche Strategiche, ha occupato successivamente diverse posizioni in area marketing, incluse la responsabilità del marketing per il settore grandi clienti e quella del corporate marketing. Di recente ha coordinato i progetti di innovazione e in ambito sociale portati avanti da Microsoft in Italia, lavorato sulle pari opportunità e la diffusione della conoscenza informatica, il supporto alla modernizzazione del tessuto socio-economico in Italia e l'abbattimento delle barriere allo sviluppo della società digitale.

In seguito al conseguimento della laurea in Ingegneria delle Tecnologie Industriali e del Master in Computer Science, ha iniziato le sue attività lavorative presso l'Olivetti Advanced Technology Center di Cupertino in California, in attività di sviluppo di base su sistemi operativi e reti locali.

Negli anni 1992-95 é stato membro del gruppo internazionale dei Technical Directors del comitato di standardizzazione X/Open.

Chiudi

Messina
Vincenzo Messina Technical Director - CA Technologies Biografia

Vincenzo Messina é Direttore Tecnico in CA Technologies Italia.

Segue le tematiche della gestione dei Data Center, della virtualizzazione, dell'automazione e del Cloud Computing e, in questi ambiti, ha spesso firmato interventi sulle testate giornalistiche di settore per conto di CA Technologies.

Entrato in CA nel settembre del 1989, Vincenzo Messina ha seguito i diversi cambiamenti che l'azienda ha affrontato nel corso degli anni e ha rivestito posizioni tecniche, di sviluppo del business, manageriali e di vendita.

Prima di ricoprire la posizione attuale, Messina é stato Customer Solution Architect sui maggiori clienti con la responsabilità di coordinare l'offerta di soluzioni software per i maggiori clienti e, in precedenza, Senior Solution Strategist all'interno della Automation Business Unit di CA (dal 2009 al 2010) con il compito di sviluppare il business dell'azienda in ambito cloud computing, virtualizzazione e automazione dei processi, del data center e del workload; precedentemente, negli anni dal 2007 al 2009, in qualità di Technical Sales Manager in CA, ha gestito la divisione di pre-vendita per la filiale romana dell'azienda.

Nato ad Albavilla (CO) nel 1956, Vincenzo Messina é laureato con lode in Ingegneria Elettronica presso l'Università degli Studi La Sapienza di Roma.

Chiudi

Verso un'Europa popolata di e-Citizen: le tecnologie per l'empowerment e l'accesso ai servizi

L'e-citizen come pilastro per la smart city: di quali tecnologie ha bisogno?

Astok
Hannes Astok Baltic Institute of Finland Biografia

Hannes Astok, entusiasta sostenitore della società dell'informazione, in particolare del ruolo che può giocare il governo locale, dopo essere stato vice-sindaco di Tartu, la seconda città dell'Estonia, é ora membro del Parlamento nazionale. E' inoltre project manager del programma europeo "eCitizen II - Towards citizen-centered eGovernment in European cities and regions", lanciato nel gennaio 2010, allo scopo di supportare le città e le regioni europee nel loro tentativo di accelerare l'eGovernment, attraverso la cooperazione e la condivisione delle esperienze, in modo da sviluppare l'interazione tra cittadini e istituzioni. Uno dei risultati principali é il manuale di best pratice pan-europeo sull'eParticipation.

Hannes Astok is an enthusiastic supporter of the information society, with particular attention to the role that the local government can play, having been Deputy Mayor of Tartu, Estonia's second largest city and as member of the national Parliament. He is also project manager of the European programme "eCitizen II - Towards citizen-centered eGovernment in European cities and regions", launched in January 2010, to promote eGovernment in the cities and regions, through cooperation and sharing experiences in order to develop the interaction between citizens and institutions. The pan-European best pratice manual on eParticipation is certainly one of the best results.

Chiudi

Le sperimentazioni del territorio, dalla ricerca alla creazione di valore per il cittadino

Non solo luce dagli impianti di pubblica illuminazione: proposte auto-sostenibili per la città intelligente

Verdone
Roberto Verdone DEIS - Università di Bologna Biografia

Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Elettronica nel 1991 e il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Elettronica ed Informatica nel 1994, entrambi all'Università di Bologna. Nel 1996 é divenuto ricercatore del CNR e successivamente, dal 2000, Professore Ordinario di Telecomunicazioni presso l'Università di Bologna. Insegna corsi di sistemi e reti radio, sia in lingua italiana che inglese, presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna (ora Scuola di Ingegneria ed Architettura). E' coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni.

E' a capo di un gruppo di ricerca denominato RadioNetworks operante presso il DEI, Dipartimento di Ingegneria dell'Energia Elettrica e dell'Informazione. La sua attività riguarda le reti radio. In particolare, il gruppo é da molti anni attivo a livello internazionale su temi di reti di sensori, smart building, smart city e smart health; il gruppo dal 2000 annovera la partecipazione a molti progetti di ricerca a finanziamento Europeo tra i quali quattro Reti di Eccellenza, nonché la collaborazione con centri di ricerca internazionali e molte aziende nazionali (Telecom Italia ed altre).

Nel triennio 2013-2015 Roberto Verdone sarà Direttore di EuWIn, the European Laboratory of Wireless Communications for the Future Internet, finanziato dalla EC, con una sede a Bologna presso il DEI.

E' autore di più di 120 articoli pubblicati su riviste scientifiche o a convegni internazionali, nonché di quattro libri editi da publisher internazionali.

Chiudi

La vision di ENEA per le SMART CITIES: dal componente al distretto: edifici smart interattivi

Annunziato
Mauro Annunziato Direttore Divisione Smart Energy - ENEA Biografia

Laureato in Ingegneria Nucleare, in ENEA dal 1986. Dal 1997 ha diretto un laboratorio impegnato sulla computation intelligence applicata ai sistemi industriali, ai distretti eco-sostenibili, alla modellazione dinamica di ecobuilding e distretti a generazione distribuita. Si é impegnato sulle reti neurali complesse, sugli ambienti di vita artificiale e sulla simulazione dinamica ad agenti. Autore di più di cento pubblicazioni, é membro di diversi comitati scientifici di conferenze internazionali. Attualmente é coordinatore di progetti ed attività di ricerca sulla Smart City ed Ecoindustria ed ha avviato in questa direzione progetti significativi tra cui il progetto Lumiere cui hanno aderito circa 400 comuni italiani, il progetto City 2.0 per lo realizzazione di un modello di smart town applicato a L'Aquila ed il progetto Res Novae (30 ML euro) su Bari (smart grids + reti di edifici) dove ha la funzione di coordinatore scientifico Delegato italiano del network europeo EERA Smart City (European Energy Research Alliance) dove coordina il programma "Urban Energy Networks" una delle quattro aree del Joint Programme sulle Smart Cities.

Chiudi

SmartPuglia l'esperienza della Regione Puglia nello sviluppo della specializzazione intelligente.

Curci
Marco Curci Direttore Divisione Informatica e Telematica - InnovaPuglia Biografia

Nato a Taranto nel 1958, Marco Curci si è laureato in ingegneria elettronica all’Università di Pisa nel 1983. Dal 2009 è Direttore della Divisione Informatica e Telematica di InnovaPuglia S.p.A., la società in-house della Regione Puglia per l’innovazione del territorio regionale.

Ha operato nell’ambito delle tecnologie e servizi avanzati in ambito ICT fin dal 1991, quando ha iniziato a lavorare presso Tecnopolis CSATA, centro di ricerca da cui poi è nata InnovaPuglia.

Nell’ambito della sua attività tecnica si è occupato sia di infrastrutture di telecomunicazione (Banda Larga) e di elaborazione (Cloud) sia di servizi digitali, nonché della tematica della sicurezza informatica. Attualmente la sua attività è focalizzata sul supporto alla Regione Puglia nella pianificazione strategica dell’innovazione.

Chiudi

La business intelligence al servizio della città intelligente

Mantero
Giuseppe Mantero Direttore Generale - Linea Comune - Comune di Firenze Biografia

Giuseppe Mantero é il direttore generale di Linea Comune S.p.A. la società dell'innovazione del territorio fiorentino.

Laureato in matematica all'università di Genova ha operato per più vent'anni, in ruoli di crescenti responsabilità in Italia ed Europa per società leader nel settore ICT. Tra l'altro é stato direttore operativo del Centro Nazionale di marketing diretto DECdirect, direttore EMEA per il supporto ai Partners di Digital e Compaq ed amministratore delegato di IBS Italia.

Come responsabile del progetto eFirenze ha gestito la creazione e lo sviluppo del Centro Servizi Territoriali fiorentino e partecipato alla creazione di Linea Comune. Linea Comune é la società degli Enti Locali del territorio Fiorentino che permetti a Comuni e Provincia di offrire servizi evoluti a Cittadini , Professionisti ed imprese.

Chiudi

E-scope, i servizi interoperabili per la smart city fondati su piattaforme open

Ferrari
Valentina Ferrari Innovation Manager - Informatica Trentina Biografia

Since 2008 Innovation and Research Project Manager by Informatica Trentina with the role of project manager of several local and European ICT initiatives aimed at development of innovatove ICT services for the public administration.

Past experience:
Senior researcher by TIS - Techno Innovation South Tyrol in Bolzano
Senior researcher by Centro Ricerche Fiat
Consultant activities for:
CREAF (Centre for Ecological Research and Forestry Application) in Barcelona
Centro Studi Demani Civici e Proprietà Collettive in Trento
Centre for Alpine Ecology in Trento (Edmund Mach Foundation),
Education:
master's degree in Economics from the Trento University
PhD in Environmental Economics by the Trento University and the Universitat Autonoma de Barcelona

Chiudi

Torna alla home