Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 11:30 a 13:30

Le Agende Digitali nelle città: le esperienze di Bologna ed Emilia Romagna a confronto con gli altri territori / Digital Agenda in smart cities: Bologna and Emilia Romagna experiences compared with other territories [ co.04 ]

In collaborazione con Comune di Bologna, la Regione Emilia Romagna e ANCI

Per questo evento è disponibile la traduzione Italiano/Inglese/Italiano - Italian/English/Italian translation is available for this event.

Nel 2010 l'Agenda Digitale diventa uno dei pilastri della strategia EU per l'scita dalla crisi economica. A luglio del 2011 la Regione Emilia-Romagna approva la sua Agenda Digitale riconoscendo quattro nuovi diritti di cittadinanza digitale. A novembre 2011, il Comune di Bologna lancia un percorso partecipato per dotarsi di un'Agenda Digitale cittadina che definisca le priorità e le azioni per trasformare il modo in cui i cittadini vivono il territorio urbano. L'Agenda Digitale é una priorità per città, regioni e per il Paese.

La tavola rotonda, oltre ad essere occasione per presentare l'Agenda Digitale del Comune di Bologna, vuole avviare un confronto e una riflessione circa l'urgenza e l'opportunità di avere agende digitali locali diffuse che affiancandosi a quella europea, nazionale e regionale siano in grado di ampliare la portata delle azioni generali aggiungendo la relazione diretta con il cittadino che é prerogativa e caratteristica degli enti locali.

Open data, investimenti in infrastrutture, corsi per l'inclusione digitale e uso strategico dei social media sono alcuni dei punti dell'Agenda Digitale della Città di Bologna, ma quali i punti condivisi con le altre città? Quali i temi su cui lavorare come sistema territoriale? Quale il ruolo delle Regioni e del governo? Quali le azioni da sviluppare nell'ambito di una città metropolitana? é possibile pensare ad un modello di riferimento? Si può immaginare una agenda digitale dei territori?

L'evento vedrà la partecipazione di Anci, Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna e rappresentanti di altre città e territori. E' stato inoltre invitato un rappresentante del Governo.


In 2010 the Digital Agenda becomes one of the EU strategy pillars to respond the economic crisis. In July 2011 the Region Emilia-Romagna approves its Digital Agenda and establishes four new digital citizenship rights. In November 2011, Bologna's Municipality launches a roadmap for a Digital Agenda city defining the priorities and actions to transform the way people live in the urban area. The Digital Agenda is a priority for cities, regions and for the country.
The Roundtable, will present Bologna's Municipality Digital Agenda, and will debate about the urgency and opportunity to have digital local agendas sprawled which, together with European, national and regional agendas, can promote citizens relationship.
Open data, investment in infrastructure, courses for digital inclusion and strategic use of social media are some of the points of the Bologna's Municipality Digital Agenda, but what can be shared with other cities? Which topics can become a territorial system? Which role do Regions and the Government have? Which actions within a city need to be developed? Can a reference model be adopted? Can a digital agenda of territories be thought?
The event will see the participation of Anci, Regione Emilia Romagna, Bologna';s Municipality and representatives of other cities and territories. It was also invited a representative of the Government

 

Programma dei lavori

Chairperson

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia

Sono nato nel 1952 a Roma dove vivo, ho due figli di età diversa (21 e 39 anni), sono nonno. All’Università ho scelto Economia e Commercio da ragazzo e Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Ho fatto per dieci anni l'operaio (falegname) e poi mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 30^ edizione. Nella mia ormai trentennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 19 Governi e con 17 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Saluti di benvenuto

Campagnoli
Duccio Campagnoli Presidente - Bologna Fiere Biografia

Duccio Campagnoli é l'attuale Presidente di BolognaFiere e presidente di Sogecos, società organizzatrice di Cosmoprof, piattaforma internazionale leader mondiale nell'organizzazione di manifestazioni fieristiche dedicate alla cosmesi e al benessere. Già Consigliere di Amministrazione della Società dal 2008 e dal gennaio 2011 Consigliere Delegato, Duccio Campagnoli é inoltre Vice Presidente dell'AEFI - Associazione delle società e degli enti fieristici italiani.

Laureato in filosofia, é stato per tre legislature Assessore allo sviluppo economico e autore delle politiche industriali, telematiche, energetiche e delle politiche fieristiche e per l'export e l'internazionalizzazione delle imprese.

Ha promosso la Legge della Regione Emilia Romagna, prima fra le Regioni italiane, per la trasformazione degli enti fieristici in società per azioni.

Dal 2005 al 2010 é stato coordinatore nazionale per le materie fiere istituendo, assieme al Ministero dello Sviluppo Economico, il tavolo nazionale Governo-Regioni per lo sviluppo del sistema fieristico italiano.

Appassionato di filosofia e di Cina é Vice Presidente della Fondazione Italia Cina, presieduta da Cesare Romiti, e motociclista/Ducatista in servizio.


 

Chiudi

Intervengono

Broccoli
Lorenzo Broccoli Direttore Generale Organizzazione, Personale, Sistemi informatici e Telematici e Responsabile della Prevenzione della corruzione della Giunta regionale - Regione Emilia-Romagna Biografia


Laureato in Giurisprudenza nel 1987. Nel 1992 ha conseguito l'abilitazione allo svolgimento della professione di Avvocato. Dal 1990 al 1995 ha lavorato presso la Regione Emilia-Romagna, nella qualifica VII, profilo professionale "Istruttore direttivo addetto ad attività funzionali (amministrative)", ove ha operato come responsabile del settore mobilità del personale e come supporto giuridico-legale per la redazione di atti normativi e documenti di alta amministrazione e la gestione di problematiche sindacali connesse con i processi di riorganizzazione aziendale. Dal 1996 al febbraio 2002 é stato Dirigente Responsabile dell'Area Sviluppo Risorse Umane e Relazioni Sindacali in ARPA Emilia-Romagna. Ha svolto nel contempo le funzioni di Coordinatore della Commissione Tecnica prevista dai CCNL del Comparto "Sanità" per il supporto all'ARAN nella gestione delle problematiche di equiparazione del personale delle ARPA al personale del SSN e di Coordinatore del Gruppo di Lavoro Nazionale dei Responsabili del Personale delle ARPA per la valutazione delle politiche delle risorse umane delle Agenzie. Dal 2002 all'agosto 2009 é stato Responsabile del "ervizio delle Risorse Umane in Ambito Sanitario e Sociale, Affari Giuridici e Generali" della Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia-Romagna. E' stato membro della Struttura Tecnica del Comitato di Settore per il comparto "Enti ed Aziende del SSN". Dal 2005 é Professore a contratto presso la Scuola di Specializzazione in Studi sull'Amministrazione Pubblica dell'Università di Bologna nel Master di I livello in Diritto Sanitario - Modulo Gestione Risorse Umane. E' autore di numerose pubblicazioni in materia di personale sanitario. Dal settembre 2009 é Direttore Generale all'Organizzazione, Personale, Sistemi informativi e telematica della Regione Emilia-Romagna. Nel contempo é coordinatore tecnico interregionale in materia di politiche del personale e contratti nell'ambito della Conferenza delle Regioni e Province Autonome. Dal marzo 2010 é Consigliere di Amministrazione di Lepida S.p.A..

Chiudi

Lepore
Matteo Lepore Assessore all'Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni Internazionali, Agenda Digitale - Comune di Bologna Biografia

Nato a Bologna nel 1980, diplomato nel 1999 presso il liceo classico Galvani di Bologna, è laureato in Scienze Politiche. Nel 2007 ha conseguito il diploma al Master in Relazioni Internazionali dell'Università Bologna, dopo avere svolto un periodo di stage a Bruxelles presso l'Ufficio di collegamento con le Istituzioni Europee della Regione Emilia-Romagna. Nel corso del 2008 ha conseguito il diploma al Master in Edilizia e Urbanistica promosso dal Sole 24 ore e dall'Istituto nazionale di Urbanistica. Nel 2009 si è diplomato al Master in Economia della Cooperazione dell'Università di Bologna.

Negli anni dell'università, ha svolto l'attività di consulente e project manager nel campo dell'associazionismo e dell'impresa culturale partecipando allo sviluppo di alcuni progetti nella città di Bologna, con particolare riferimento al campo del marketing territoriale e all'organizzazione di eventi: "Bosound - Bologna città della musica", "Julive", "RockER", "BilBOlbul - Festival internazionale di Fumetto".

Dal 2008, fino a maggio 2011, è responsabile dell’Area Sviluppo territoriale, innovazione e internazionalizzazione di Legacoop Bologna. Per l’associazione ha seguito la rappresentanza delle cooperative di produzione lavoro e delle cooperative di abitazione. In questa veste coordina l’ideazione e lo sviluppo dei seguenti progetti di comunicazione: nel 2009 l’evento “Vene Creative – idee e progetti per una città sostenibile”; nel 2010 e 2011 la rassegna “Molteplicittà - incontri, dibattiti e spettacoli sulla città che cambia”; nel 2011, il progetto “BOXBO – idee e progetti per una Bologna futura e creativa” in collaborazione con le associazioni economiche della città, la Camera di commercio di Bologna e lo studio di Mario Cucinella.

Nel 2010 ha fatto parte del Comitato tecnico organizzatore della missione della città di Bologna presso l'EXPO 2010 di SHANGHAI. Membro del cda di “Promobologna - Agenzia per il Marketing territoriale” (fino a marzo 2011) e del gruppo Vetimec (stampi e utensili).

Dal 1999 al 2009, fa parte del Consiglio di quartiere Savena, ricoprendo l’incarico di vicepresidente nel mandato 2004 - 2009. Dalla fondazione del Partito democratico è coordinatore dei circoli del Pd di Savena.⨠Nell’ottobre 2010 idea e organizza gli “Stati generali sulla cultura a Bologna” promossi dal Partito democratico, tre giorni partecipati da tutto il mondo culturale cittadino.

Ricopre l'incarico di assessore Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni Internazionali, Agenda Digitale nel mandato amministrativo 2011 - 2016.

 

Chiudi

Calderini
Mario Calderini Consigliere del - Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Biografia

Mario Calderini, laureato in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Torino, ha ottenuto il PhD in Economics presso la University of Manchester. 

E’ Professore Ordinario al Politecnico di Milano presso la School of Management, dove insegna Strategia e Innovazione ed è Vice Direttore dell’Alta Scuola Politecnica.

E’ il consigliere del Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca per le politiche di ricerca e innovazione e presiede il Comitato Smart Communities dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

Dal 1994 al 2013 è stato Ricercatore e poi Professore Ordinario presso il Politecnico di Torino, dove ha insegnato Economia e Organizzazione Aziendale e Strategia e Management dell’Innovazione. Nello stesso Politecnico di Torino dal 2009 al 2012 è stato Vice Direttore della Scuola di Dottorato.

Honorary Research Fellow presso la University of Manchester. Ha insegnato Management dell’Innovazione presso la Luiss Business School ed è stato Visiting Professor alla Tongji University di Shanghai. Presso il Politecnico di Torino ha fondato e diretto l’ Intellectual Property Finance Institute. E’ autore di libri e pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e i suoi interessi di ricerca si concentrano nel campo dell’economia e del management, con particolare riferimento alle politiche pubbliche per l’innovazione e alla finanza per l’innovazione.

Durante il governo del Presidente Monti è stato consulente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di strumenti finanziari per l’innovazione

E’ membro dell’Advisory Board della European Patent Office Academy ed è consulente dell’OECD e della Commissione Europea per le politiche di innovazione. Ha rappresentato la Conferenza Stato-Regioni ed il Ministero della Ricerca nel Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia per la Diffusione delle Tecnologie per l'Innovazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed ha fatto parte della commissione di esperti per la definizione del Documento di Visione Strategica decennale del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Dopo aver svolto il ruolo di responsabile dell’area politiche per l’innovazione della Fondazione Cotec, presieduta dal Presidente della Repubblica, ne è stato nominato consigliere di amministrazione.

E’ membro della Task Force del G8 per la Social Impact Finance, membro del Jury per la Social Innovation Competition della Commissione Europea  ed è il rappresentante italiano nel High Level Expert Group for Digital Agenda della Commissione Europea. Dal 2005 al 2010 è stato Presidente di Finpiemonte, la finanziaria di sviluppo della Regione Piemonte.

Chiudi

Cameliani
Massimo Cameliani Assessore Ravenna Digitale e Semplificazione Amministrativa - Comune di Ravenna Biografia

Massimo Cameliani, nato a Ravenna il 1 giugno 1979, residente a Ravenna.

Maturità tecnica conseguita presso L'I.T.A.S di Ravenna (a.s 1997/1998) con voto 54/60.

Laurea Magistrale in Giurisprudenza conseguita presso l'Università degli Studi di Bologna in data 05.11.2004. Tesi con titolo: La Materia del lavoro dopo la riforma del titolo quinto parte seconda della Costituzione.

Nella sessione anno 2010, superamento esame di abilitazione all'esercizio della professione di Avvocato presso la Corte d'Appello di Bologna.

Dal 03.11.2008 al 31.07.2010 dipendente presso Cna di Ravenna nell'area Contrattualistica del lavoro e della Legislazione del lavoro.

Tale area assiste le imprese associate in tutte le fasi del rapporto con i dipendenti e con gli Enti pubblici competenti in materia di legislazione del lavoro. Garantisce inoltre la corretta applicazione dei Contratti collettivi di lavoro e fornisce assistenza e consulenza nelle trattative con le rappresentanze sindacali dei lavoratori a livello aziendale o nell'eventualità in cui vi siano vertenze individuali o collettive.

Dal 01.08.2010 Referente e Responsabile Territoriale Rapporti di lavoro e Contrattualistica del lavoro per il territorio di Lugo e della Bassa Romagna per la Cna.

Chiudi

Guareschi
Eros Guareschi Dirigente del Servizio Gestione e Sviluppo delle Tecnologie e dei Sistemi Informativi - Comune di Reggio Emilia
Maltoni
Maria Maltoni Assessore Sviluppo economico, Turismo, Risorse Umane, Pari Opportunità e Conciliazione, Innovazione Tecnologica - Comune di Forlì Biografia

Maria Maltoni è nata il 22/07/1955 a Forlimpopoli e risiede a Forlì dal 1980, sposata, ha una figlia.

Nel 1979 si è laureata in Filosofia, discutendo una tesi dal titolo "La partecipazione delle donne ai movimenti politici nel forlivese, tra la fine dell800 a la prima guerra mondiale" e da qui ha preso avvio il suo interesse per le problematiche del mondo del lavoro, in particolare femminile, tema di cui si occupa costantemente , nel corso di tutta la sua attività professionale, unitamente ad altri incarichi. Dal 1979 opera presso la Camera Territoriale del Lavoro di Forlì e dal 1981 al 1988 presso la CGIL di Cesena, ricoprendo responsabilità di categoria, coordinamento femminile e responsabile comunicazione. Dal 1988 a luglio 2009 è dipendente della CNA (Confederazione Nazionale dell'artigianato e piccola media imprese) ricoprendo successivamente diversi incarichi sia nell'ambito della struttura organizzativa che dei mestieri e dell'imprenditoria femminile. Per le sue conoscenze nel campo del lavoro e delle politiche di genere è stata nominata quale esperta esterna nella Commissione Pari Opportunità della Provincia di Forlì-Cesena dal 1997 al 2004, commissione in cui ha ricoperto l'incarico di presidente per due mandati. Dal 2004 al 2009 ha fatto parte in qualità di esperta esterna della Commissione Pari Opportunità Comune di Forlì e ne è stata eletta presidente. Svolge una costante attività pubblicistica sulle questioni di genere.

Chiudi

Menduni
Giovanni Menduni Coordinatore Area Programmazione, Sostenibilità e innovazione - Comune di Firenze Biografia

Giovanni Menduni, Docente di “Rischio idrogeologico e protezione civile” e “Hydrology for flood risk evaluation” nel Politecnico di Milano, ha anche una lunga esperienza “sul campo” come Segretario generale di Autorità di bacino, Direttore generale dell’Ufficio rischi naturali del Dipartimento della protezione civile e Commissario delegato per il terremoto. Ha all’attivo la partecipazione in tantissimi progetti di gestione del rischio in Italia e all’estero ma si è occupato a lungo anche di open data, informatica del territorio, e partecipazione pubblica. Ha seguito dall’inizio la redazione delle Linee guida nel suo percorso, partecipando a decine di eventi di presentazione, discussione e confronto in tutta Italia. È esperto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per Italiasicura.

Chiudi

Poggi
Fabio Poggi Assessore all'Innovazione e Comunicazione. Patrimonio, Politiche giovanili e Cooperazione internazionale - Comune di Modena Biografia

Viene dal mondo dell'ICT; dopo gli studi universitari ha svolto per anni la professione di consulente informatico, in particolare nella progettazione e della gestione di sistemi informativi in ambito privato e pubblico. Come assessore all'Innovazione si occupa di Progetti telematici, del Servizio reti e di Smart city. Ha promosso e seguito il progetto I-Modena per la copertura wi-fi gratuita della città, che dopo aver portato internet wireless nelle aree a maggior interesse economico e turistico del centro, sta ora entrando nella seconda fase che coinvolge esercizi commerciali e privati. Attualmente si occupa di Agenda digitale convinto del ruolo trainante che il Comune puù svolgere sia nella digitalizzazione della Pubblica amministrazione sia come facilitatore dello sviluppo digitale dell'intera città nelle sue diverse componenti.

Il 30 ottobre a Smart City Exibition Poggi parteciperà al convegno dedicato alle Agende Digitali per portare l'esperienza di "Modena smart comunity" che attua localmente il progetto regionale Madler, il Modello partecipato per la promozione delle agende digitali locali in Emilia-Romagna.

Chiudi

Torna alla home